Legge elettorale: Mario Mauro, non supera contraddizioni porcellum ma le aggrava

MANOVRA: SENATO; AL VIA DISCUSSIONE GENERALE

 

ROMA – “La legge elettorale di cui stiamo discutendo non supera le contraddizioni del Porcellum, ma le ripropone aggravandole”. Così il senatore del gruppo Grandi Autonomie e Libertà Mario Mauro, presidente dei Popolari per l’Italia, componente della Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama, intervenendo nell’Aula del Senato sulla legge elettorale.

“Chi ha coltivato la possibilità di un riconoscimento reciproco di maggioranza e opposizione attraverso il cosiddetto Patto del Nazareno – ha aggiunto – oggi si espone a un rischio estremo: nel momento in cui il premio di maggioranza sarà dato alla lista in virtù della combinazione con il doppio turno sarà praticamente impossibile la formazione di un’opposizione in questo Paese. Avremo cioè degli strumenti legislativi che renderanno impossibile il nascere di configurazioni politiche che non siano quelle di un grande tronco sotto il quale sopravvivranno dei cespugli ben lieti di consegnarsi alla legge del più forte perché incapaci di produrre un’alternativa politica. E tutto questo rappresenterà un rischio maggiore per il centrodestra”.

Autore: admin

Condividi Questo Post su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *